5 cose da vedere a Marina di Pietrasanta

5 cose da vedere a Marina di Pietrasanta

 

  1. Il centro di Tonfano e il pontile
  2. Villa La Versiliana e il parco
  3. Teatro La Versiliana
  4. La spiaggia
  5. Parco internazionale della scultura

Ci sono sicuramente molte cose da vedere a Marina di Pietrasanta perché la vocazione turistica della nostra zona risale addirittura agli anni Trenta e fu molto rinomata fu negli anni ‘60 per la vita notturna , basti pensare alla mitica Bussola, dove si esibivano i cantanti di fama internazionale . Ma è una zona che merita di essere vissuta per poterla apprezzare davvero e, non a caso, gode di un turismo che è fedele nel tempo e ritorna di anno in anno da queste parti.

In linea con la sua tradizione, Marina di Pietrasanta offre tutto ciò che un turista puo’ desiderare: ampie spiaggie ben attrezzate, eleganti negozi , ottimi ristoranti e bar in cui mangiare e bere le ultime novitàmolti eventi organizzati dall’amministrazione comunale e locali notturni, anche di fama internazionale come il Twiga e il Nikki Beach; possibilità di visitare le colline e i paesini dell’entroterra, molto curati e caratteristici; una tradizione gastronomica in linea con il resto della Toscana; possibilità di praticare molte attività sportive come il golf, surf, wind-surf, alpinismo e escursioni, equitazione, ciclismo, cicloturismo, mountain-bike.

Il centro è molto curato e caratterizzato da villette e ville di lusso, giardini e piccoli parchi.

La varietà del paesaggio offre una costa incorniciata da colline e Alpi che rendono il paesaggio inconfondibile e unico. Le pinete sono una caratteristica di  questa fascia di costa toscana.

Abbiamo individuato le 5 cose principali da vedere a Marina di Pietrasanta, quello che secondo noi la caratterizza:

  1. Il cuore del centro va dal pontile e dal lungomare a via Versilia che in parte è zona pedonale .

Qui si trovano i negozi e una vasta scelta fra pizzerie e ristoranti , gelaterie, negozi di abbigliamento e sportivi, profumerie.

Il sabato mattina si svolge nella piazza di fronte al pontile e nelle strade circostanti il mercato settimanale, molto conosciuto fra i suoi frequentatori, in particolare, per l’abbigliamento.

  1. Il nome che più di tutti è legato alla Villa La Versiliana è quello di Gabriele D’Annunzio. Il poeta amava trascorrere il periodo estivo e parte dell’autunno nella Villa di proprietà della famiglia di Conti Digerini Nuti. La Villa fu edificata nel 1800 e tutt’oggi vengono organizzate mostre d’arte al suo interno.

Il Parco della Versiliana  è  quello che rimane della foresta costiera, la cosiddetta “Macchia di Marina” che era esistente già nel ‘300, e si estende per circa  800.000 metri quadri.

E’ un bosco ricco di ontani e pini e un fitto sottobosco ed è visitabile seguendo tre percorsi diversi: ‘Un bosco per noi’, ‘Percorso vita policrosalus’ e ‘Versiliana bike’ . E’ frequente trovare persone che fanno running e passeggiate a cavallo.

  1. Festival La Versiliana.

Rinomato negli anni per l’importanza degli spettacoli proposti in calendario, il Festival internazionale anima i pomeriggi e le serate versiliesi, in particolare luglio e agosto, ormai da molti decenni. Immerso nel verde della pineta,  il Teatro della Versiliana propone  spettacoli teatrali, balletto e concerti di musica leggera e classica con artisti nazionali e internazionali di fama mondiale.

Famoso è il Caffè della Versiliana dove nel pomeriggio vengono intervistati personaggi dello spettacolo, del giornalismo e della politica ma anche personalità locali da autorevoli nomi del giornalismo su temi di attualità, politica e spettacolo. La partecipazione al Caffè per il pubblico è gratuita.

Per l’estate 2019 sono previsti in calendario Rossella Brescia, Antonio Manzini, Vittorio Cecchi Gori, Giuseppe Cruciani, Gianfranco Vissani, Sveva Casati Modignani, Stefano Massini, Dacia Maraini, Barbara Alberti, Frank Matano, Klaus Davi, Tomaso Montanari, Ivan Zazzaroni, Salvo Sottile, Arrigo Sacchi, Domenico Iannacone , Paolo Del Debbio, Ciro Vestita, Paolo Condò, Davide Oldani, Eva Cantarella, Giordano Bruno Guerri.

  1. Per ultima ma non meno importante è la spiaggia!

La nostra zona gode di spiagge di sabbia finissima e gli stabilimenti balneari offrono servizi di alto livello, spiagge ben curate e ombrelloni ben distanziati tra loro, che garantiscono la privacy e la tranquillità degli ospiti. Spesso è possibile praticare qualche sport acquatico (surf, vela, windsurf, beach volley ) e gli ampi spazi garantiscono la tranquillità di tutti.

In generale, le attività non sono invadenti e i turisti rimangono soddisfatti sia per la tranquillità che per possibilità di svolgere attività.

  1. Nel 2017 l’amministrazione comunale ha formalizzato la nascita del Parco Internazionale della Scultura ossia una Zona a Traffico Artistico che coinvolge tutta l’area comunale , Marina inclusa.

66 opere sono state istallate su piazze , rotatorie, giardini e spazi pubblici di tutto il territorio  comunale con lo scopo di valorizzarli.

A Marina di Pietrasanta troviamo: nei giardini pubblici di Tonfano “Il Flamencodi Giovanna Battaino, opera in marmo bianco di Carrara; sul Lungomare il monumento-memoriale all’11 settembre di Beatrice Fineschi; in Piazza XXIV Maggio la “Donna Tartaruga” di Novello Finotti che ha realizzato anche il “Sant’Antonio” sul Pontile che esce dal mare; all’ingresso del Pontile “La Potenza al Cubo” di Stefano Pierotti. In Piazza D’Annunzio, a Fiumetto, “La Bagnantedi Franco Miozzo.

Siamo sicuri che gli spunti non mancano per una bella vacanza!

Leave a Comment